Formation Company & Tax Advisory

Mercoledì, Settembre 19, 2018

Sistema Fiscale in Brasile

Per quanto concerne le normative fiscali e le normative tributarie brasiliane, esse sono applicate a livello federale, statale e municipale. Pe le aziende straniere che hanno deciso di investire le loro attività e i loro capitali in Brasile non vigono particolari imposizioni fiscali, la tassazione si applica quasi esclusivamente alle loro società brasiliane.

La tassazione può variare in modo significativo da Stato a Stato. Il sistema brasiliano si basa sulla "civil-law" e il sistema fiscale sul codice fiscale federale del 1966 e sulla Costituzione Federale del 1988. Il sistema fiscale è gestito dal "RFB" (Receita Federal do Brasil), che è parte del Ministero dell’Economia. In ambito di fiscalità internazionale il Brasile ha siglato accordi per evitare la doppia imposizione con diversi Paesi. Gli accordi prevedono le possibilità di accredito/compensazione dell’imposta pagata ad uno stato e le percentuali da considerare, cui pertanto è consigliabile analizzare le possibilità di gestione internazionale del flusso di capitale/investimento da parte delle società multinazionali.

In Brasile le imposte federali principali sono:

  • IRPJ - le imposte sul reddito.
  • CSLL - i contributi sociali d’impresa sul reddito netto.
  • IRRF - la ritenuta sul reddito.
  • IPI - l’accisa.
  • II - la tassa sulle importazioni.
  • PIS - la tassa sul programma di integrazione sociale - (PIS).
  • COFINS - i contributi sociali sul reddito.
  • IOF - a tassa sulle operazioni finanziarie.
  • CIDE -i contributi alla proprietà terriera.
  • IE - la tassa all’esportazione.
  • ITR - la tassa sulla proprietà rurale.

Le imposte principali statali sono:

  • ICMS - l’imposta sul valore aggiunto di beni e servizi.
  • ITCMS - l’imposta sulle successioni e donazioni.
  • IPVA - la tassa di proprietà sulle automobili.

Le imposte principali municipali sono:

  • ISS - la tassa sui servizi.
  • IPTU e ITBI - le tasse sulla proprietà.

In Brasile i residenti sono tassati secondo il concetto del "World Wide Taxation Principle", ovvero indipendentemente dalla fonte di provenienza, sono tassati in Brasile tutti i redditi prodotti sul territorio.

Il reddito viene dichiarato in Brasile proporzionalmente alla quota di partecipazione. I non residenti sono tassati sui redditi di fonte brasiliana o redditi direttamente connessi come tali, quindi anche le loro filiali, uffici di rappresentanza e agenti locali che operano in Brasile. Una società è residente se è stata costituita e registrata secondo i dettami della Legge brasiliana sulle società, ed è domiciliata nel territorio brasiliano con sua stabile organizzazione.

TABELLA PRINCIPALI IMPOSTE

IMPOSTE

%

IMPOSTA IMPORTAZIONE

RANGE %

Imposte sul Reddito

34

WHT

15-25

ICMS - Iva allo Stato

7-12-18

ISS – Tassa Municipale

2-5

IPI - Iva al Governo

Variabile

IOF

0,38-6

PIS e COFINS - Imposta sul fatturato lordo

9.25 o 3.25

CIDE

10

IMPOSTE INCIDENTI SUL REDDITO

A livello federale, "l’Imposta Incidente sul Reddito" ricade sui soggetti fisici "IRPF" nazionali o stranieri o sui soggetti giuridici "IRPJ" in funzione dei guadagni di capitale percepiti in Brasile o all’estero. Con riguardo all’imposta sul reddito dei soggetti fisici, la normativa tributaria prevede che i soggetti residenti in Brasile siano assoggettati all’imposizione su tutti i redditi prodotti, anche all’estero (con i meccanismi previsti nei trattati per evitare la doppia imposizione).

Le attuali aliquote prevedono:

  • Un’esenzione per i redditi mensili sino a 1.164,00 Reias.
  • Un’aliquota del 15% per i redditi mensili superiori a 1.164,00 Reias sino a 2.326,00 Reias.
  • Un’aliquota del 27,5% per i redditi mensili superiori a 2.326,00 Reias.

La normativa prevede una deduzione fissa nelle fasce di reddito imponibile garantendo in questo modo l’imposizione tributaria progressiva. Le persone fisiche sono soggette anche ai contributi sociali, ma non alla tassa sulla salute. I singoli Stati non impongono tassazione sui redditi delle persone fisiche, ma possono invece tassare le successioni e le donazioni, come pure le municipalità possono applicare la tassa sui trasferimenti o sui servizi.

Il reddito totale della persona fisica è suddiviso in due macrogruppi tassabili:

  • Reddito da capital gain.
  • Reddito derivante da altre fonti.

Le persone fisiche come sopra citato vengono tassate con il concetto del "World Wide Income", e cioè su tutti i redditi ovunque prodotti, nonché nel caso in cui il patrimonio venga incrementato senza che vi sia corrispondenza con le dichiarazioni dei redditi. I non residenti sono tassati esclusivamente alla fonte per i redditi di derivazione brasiliana; la fonte di tali redditi è sancita con il criterio del luogo dell’erogatore della somma, indipendentemente da dove il lavoro venga svolto. Se per il tipo di reddito le aliquote non sono specificatamene previste, esso sconta la ritenuta del 15%, a meno che il beneficiario sia allocato in paesi a bassa tassazione: allora il reddito è soggetto al tasso del 25%.

L’imposta sul reddito delle persone giuridiche è applicata sul reddito contabile ottenuto applicando i principi di tenuta della contabilità brasiliani. La Legge brasiliana riconosce quattro regimi di calcolo per le imposte sul reddito delle società:

  • Il regime del reale profitto.
  • Il regime del presunto profitto.
  • Il profitto come stabilito dalle autorità fiscali.
  • Il regime semplificato di riscossione delle imposte federali.

Al reddito variamente determinato si applica l’aliquota d’imposta del 15% con un’addizionale del 10% sull’eccedenza di R$ 240.000.

Le imprese operanti in Brasile sono tenute al pagamento della "CSSL" (Contribuzione sociale sul guadagno lordo). La base imponibile per questo contributo è calcolata sugli utili lordi dichiarati ai fini dell’imposta sui redditi. La base di calcolo del "CSSL" è soggetta al principio dell’ universalità ovvero i redditi e i ricavi esteri delle società brasiliane concorrono a formare la base imponibile del "CSSL". La "CSSL" non è detraibile ai fini del calcolo delle imposte sul reddito.

IMPOSTE INCIDENTI SULLE ATTIVITA'

Come in tutte le realtà economiche, anche in Brasile sulle attività d’impresa possono incidere le seguenti imposte:

1) IPI - Imposta sui beni di Produzione Industriale: incide sui processi di produzione di merci o d’ importazione delle stesse.

Non sono previste soglie di fatturato. Ogni persona che svolge attività rilevanti ai fini "IPI" deve registrarsi nell'elenco dei contribuenti "IPI", prima di iniziare la propria attività. L’imposta "IPI" viene applicata con aliquote varianti dallo zero al 330% sull'ammontare del corrispettivo lordo dell'operazione.

L'aliquota varia in funzione della classificazione delle merci quale risulta dalla "IPI" e "Tariff Table". Tale tariffa, al momento, contiene 9.278 diversi codici prodotto; essa utilizza la stessa classificazione dalla tariffa daziaria brasiliana (Brazilian External Tariff Code - TEC o BTEC). Il livello dell'aliquota varia in funzione del grado di importanza del prodotto.  Previste esenzioni dall'imposta o riduzioni della base imponibile (che si traducono in una minore imposta effettiva) e, inoltre, differimenti d’imposta o meccanismi sospensivi dell'imposta dovuta. L’imposta è applicata al momento della consegna o spedizione del bene. Tuttavia, in caso di pagamento anticipato, in tutto o in parte, del corrispettivo previsto, l'imposta è dovuta in tale anteriore momento.

Sono previste misure agevolative, ove la spedizione della merce riguardi:

  • L'esportazione di merci.
  • La vendita di merci a una trading company.
  • La vendita di merci nell'ambito di un plant expansion plan.

Tali incentivi consistono in esenzioni o nell'erogazione di aiuti sotto forma di crediti d'imposta (granting of tax credits).

2) ICMS - Imposta sulla Circolazione delle Merci e sulla fornitura di Servizi: l’imposta "ICMS" è una tassa simile all’IVA, applicata a livello regionale. L’imposta "ICMS" incide su tutte le fasi della commercializzazione e trasporto dei prodotti. L’aliquota è la stessa per tutti i tipi di prodotti ma presenta differenze anche sostanziali da una regione all’altra. L’aliquota media è pari al 17,5%.

3) ISS - Imposta sui Servizi: L’imposta sui servizi è una imposta comunale che si applica su qualsiasi servizio fornito da una società o da un libero professionista. L’aliquota varia dallo 0,25% al 5%, secondo la natura del servizio.

4) IOF - Imposta sulle Operazioni Finanziarie: L’imposta sulle operazioni finanziarie è un’imposta federale dovuta per le seguenti attività:
    • Operazioni di credito erogate dalle istituzioni finanziarie.
    • Operazioni di cambio.
    • Operazioni su valori mobiliari, nelle ipotesi di intervento di istituzioni autorizzate ad operare nel mercato dei titoli e valori.
    • Mutui.

L’aliquota IOF varia in funzione della natura dell’operazione e subisce frequenti variazioni.

5) CIDE - Contributo di Intervento nel Dominio Economico: Nel 2000 è stata creata una nuova tipologia di contributo che si applica alle persone giuridiche brasiliane che hanno delle attività correlate a conoscenze tecnologiche, servizi tecnici ed assistenza tecnica, servizi amministrativi. Tale contributo grava su ogni forma di pagamento all’estero con aliquota fissa al 10%.

Una consulenza fiscale finalizzata ad uno studio utile ad individuare la pianificazione maggiormente vantaggiosa in campo fiscale (selenzionando le modalità di business, le strutture aziendali e i mercati dove è possibile diminuire l'onere fiscale) è quanto opportuno fare per legittimare i profitti. Uno studio personalizzato a seconda dei settori specifici di attività e in base alle differenti legislazioni fiscali locali è utile alla pianificazione e a tal proposito Bright Business Consulting LLP offre il sostegno necessario per perseguire tale obiettivo.

Costituzioni Società In Brasile

Pratiche Per Il Visto Permanente

Deposito & Registrazione Del Marchio In Brasile

Mercati Emergenti

bannermap

Parco Eccellenze Europee - PEE

Scroll to Top